Franca Settembrini

Franca Settembrini nasce a Firenze nel 1947. A 11 anni viene ricoverata nell’Ospedale Psichiatrico di Firenze.
Nel 1976 scopre la pittura e il disegno nel laboratorio di attività espressive La Tinaia, dove dipinge con molta energia anche se in maniera discontinua. Attività che interrompe nel 1986 quando viene trasferita fuori Firenze. Dal 1991 al 1995 Franca torna a dipingere nell’atelier dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere (Mantova) dove è stata trasferita in seguito a un piccolo furto. Dal 1995, rientrata a Firenze, riprende a dipingere alla Tinaia. Dalla sua pittura emerge un universo femminile, un mondo costellato di bambine, giovani della musica leggera, donne dalla folta capigliatura, dagli occhi penetranti e taglienti, dalle mani con dita lunghe e affilate. Ci sono anche i soli, gli uccelli dalle piume colorate, gli angeli, le spose con velo e coroncine. Nel 2003 muore per un male incurabile. Grande protagonista dell’Art Brut, Franca Settembrini è presente in varie collezioni pubbliche europee.